giovedì 24 novembre 2011

Legge di attrazione e suo funzionamento


   Immaginate di essere immersi in questo paesaggio. 
Seduti con le gambe incrociate sfiorate con le dita l'erba fresca bagnata dalla rugiada del mattino. 
Sentite l'aria accarezzarvi la pelle. Sentite i vostri occhi riscaldati dall'armonia sprigionata dai raggi di luce. La  luce che con la sua forza fende una nuvola per risplendere sulla terra.
Siete soli. Siete in pace. 
Respirate profondamente e sentite il vostro respiro.
L'aria fresca che entra nei polmoni, pura, nuova, carica di vita.
Trattenete l'aria per pochi secondi permettendo al vostro corpo di riscaldarla, così come il raggio di sole riscalda tutto ciò che illumina.
Ora  sentite l'aria che esce dai vostri polmoni divenire calda. La sentite attraverso le narici. La sentite  divenire parte di tutto ciò che vi circonda, e osservate.
Voi stessi siete parte delle montagne, della luce, del cielo e dell'aria. Siete una cosa sola con la natura che vi circonda.
Sentite un brivido che nasce, si espande e si sprigiona.
Quel brivido è energia.

   La vostra energia è la stessa che si sprigiona dall'erba, dalla terra, dai fiori, dagli alberi, dagli animali.
L'universo è un fluire di energia che emaniamo e percepiamo. Quella stessa energia che purtroppo molti di noi hanno smesso di sentire.

   Ora tornate seduti davanti al computer. CHE LA LEZIONE ABBIA INIZIO!

   Se partiamo dal presupposto che tutto è energia, compresi noi stessi, ne deriva che siamo un sola cosa con l'universo. Ed è grazie a questo presupposto che la legge di attrazione sviluppa il suo funzionamento.
Attraiamo ciò che vogliamo attraverso questo "canale energetico". 

   Ci sono tre modi per attuare questa legge:
  1. Pensare intensamente a ciò che vogliamo;
  2. Immaginare nella mente noi stessi con ciò che sogniamo:  con un oggetto se si tratta di qualcosa di materiale o una situazione se si tratta di qualcosa di relazionale, (ad esempio immaginarsi il proprio libro pubblicato, immaginarsi di essere in un nuovo posto di lavoro).
  3. Comportarsi come se ciò che desideriamo si sia già realizzato.
   Per quanto riguarda il primo punto e cioè il pensare intensamente a ciò che vogliamo, rimando alla prossima lezione la spiegazione pratica del fenomeno.
Per il resto non credo ci sia altro da spiegare.

Ora prendete un foglio bianco, possibilmente grande, e scrivete a caratteri cubitali cosa desiderate fortemente, ad esempio:

I L    M I O   R O M A N Z O   P U B B L I C A T O 

   Quindi appendete quel foglio in un posto che potete vedere spesso. Accanto allo specchio del bagno, sul cruscotto dell'auto, su un comodino. Ogni giorno leggerete quel foglio e vi ricorderete di mettere in pratica i tre punti: PENSIERO - IMMAGINE - COMPORTAMENTO.

   È importante non tradire MAI il vostro sogno ma continuare a sognare come fanno i bambini. Questa è la lezione più grande: imparare dai bambini.
In fondo seguire un sogno fa sentire vivi.

Ora coraggio, se non correte subito a prendere carta e penna, almeno iniziate a pubblicare il vostro sogno tra i commenti. È un modo per iniziare a ricordarvi di lui.

17 commenti:

  1. A parte immaginarsi di essere seduti in quel paesaggio lì (l'accento?) e trovare l'erba ... mah.
    Quello che hai scritto mi ricorda un sistema di allenamento che faceva parte della preparazione mentale al Wu-Tao. Si trattava di combinare tecniche contro un avversario simulando nella mente ogni movimento ed ogni particolare. Prima "creavamo" le singole azioni poi le montavamo in un breve "filmato" che si animava nella mente.
    Ultimo passo: piccole correzioni dopo avere visto e rivisto il tutto.
    Non si usava scrivere su un grande foglio di carta ma credo che la mente sia il miglior bloc notes esistente se usata nel modo giusto.
    iricosan

    RispondiElimina
  2. PER UN INSPIEGABILE ERRORE, FORSE DOVUTO ALL'ECCESSIVO FLUSSO DI ENERGIA DI QUESTO POST L'IMMAGINE INSERITA PRECEDENTEMENTE SI È DISSOLTA.
    HO INSERITO UNA NUOVA IMMAGINE CERCANDO DI RIMANERE IL PIÙ FEDELE POSSIBILE ALLA DESCRIZIONE.
    SORRY.

    RispondiElimina
  3. @Iricosan: in effetti questa tecnica di respirazione è comune a molte discipline.
    Il tutto sta a ricordarci di come spesso, o per ansia o per stress, non utilizziamo la corretta respirazione addominale aprendo il diaframma in profondità, (per intenderci la stessa respirazione usata durante il sonno), bloccando quindi il respiro appena sotto il seno.

    RispondiElimina
  4. Mi sembra molto interessante come post.. proverò a farlo anch'io con i miei racconti fantasy :).
    sarebbe proprio bello! a presto...Sibilla

    RispondiElimina
  5. @Sibilla: Certo Sibilla, perché no? Basta crederci. Poi mi dici che risultati hai avuto.
    A presto

    RispondiElimina
  6. Ciao Lisa, vediamo se stavolta riesco a postare il commento.
    Volevo ricordarti qualcosa di cui avevamo già discusso a suo tempo. Ossia che tutto quello che dici dovrebbe essere preceduto dalla riprogrammazione dell'inconscio. Perché la nostra mente inconscia è infinitamente più potente del nostro conscio. Dal che ne discende che se il nostro inconscio è programmato ad esempio sul fallimento dei nostri progetti di vita, non c'è nostro desiderio o pensiero che tenga... può essere intenso quanto vuoi. E' questo che si intende con il dire che si avvera solo quello che vuoi "veramente", cioè con TUTTO te stesso.

    RispondiElimina
  7. Io ho tantissimi sogni, ma proprio tanti, mi sa che devo fare un cartellone intero al posto del normale post-it che uso di solito. Comunque trovare un editore per il mio libro è tra i primi in classifica!!! Dopo tanta fatica non posso lasciarlo marcire in un cassetto!!!

    In questo periodo, mi sono state offerte molte opportunità di lavorare o fare attività gratuite scrivendo e di fare animazioni e forse ha agito in me la legge di attrazione, peccato solo la tempistica: ora sono anche occupatissima con gli esami universitari... beh, in qualche modo farò...
    Non è che c'è un modo per programmare un po' meglio la legge di attrazione per attrarre sogni un po' più dilazionati? Perché non sarebbe tanto male potersi programmare un po' la vita!

    Bella la descrizione del paesaggio... un po' di sorta di centering oggi mi ci voleva proprio!

    RispondiElimina
  8. cara calzetta-capo
    prima bisognerebbe "attrarre" un fiume ( o lago) che non sia una discarica di porcherie e una boccata d'aria passabilmente respirabile. Mi accontenterei
    di questo. Ah ! che tragedia il pessimismo cosmico. Silvana

    RispondiElimina
  9. @Ivano: in effetti avevo già in preventivo di approfondire l'argomento sull'inconscio in uno dei prossimi post proprio grazie alla nostra discussione. Ti ringrazio di avermelo ricordato

    RispondiElimina
  10. @Romina: visto che un sogno si realizza nel suo pacchetto completo, senza possibilità di dilazione, puoi attrarne uno alla volta.

    Focalizzati sulla pubblicazione del tuo libro e giusto per andare incontro al tuo sogno ricordati di inviare il manoscritto agli editori della guida che ti ho consigliato.

    Non conosco la tecnica del centering, approfondirò sicuramente.

    RispondiElimina
  11. @Silvana: Cara calzettina onoraria, i tuoi commenti non smettono mai di farmi sorridere. Sei un pozzo di talento senza fondo.
    Non andare a finire in una discarica per favore, sei così minuta che faremmo fatica a ritrovarti!

    RispondiElimina
  12. @Lisa: Lo so, la guida che mi hai consigliato e di fianco al mio letto e mi guarda notte e giorno... e mi dice: "Hey! Sono qui! Che aspetti?". Sfortunatamente, ho pochissimo tempo libero, anzi non ne ho proprio perché ultimamente ho cominciato tantissimi progetti e poi sto preparando degli esami... In ogni caso hai ragione: quella è la prima cosa da fare! Non posso certo aspettare che il mio libro si trovi un editore da solo! Grazie per gli utili consigli!

    P.S. Non so molto nemmeno io sul centering... ma in estrema sintesi è una tecnica di respirazione usata per combattere gli attacchi di panico... secondo me, non sempre funziona! Il tuo post è stato molto più efficace per trasmettere serenità!

    RispondiElimina
  13. Ti giuro che è da molto tempo che ragiono così... e funziona:-)

    RispondiElimina
  14. @Ferruccio: finalmente qualcuno che la pensa come me. CHE BELLO SAPERE CHE FUNZIONA!!!!
    Guarda che ti uso come prototipo per i miei successivi esperimenti.

    RispondiElimina
  15. Be' la mia vita e da sempre un sogno a occhi aperti <3

    RispondiElimina
  16. @Ferruccio: Meraviglioso! Trasmettici un po' della tua energia.
    A me invece sembra di vivere dentro il fantastico mondo di frutta candita. Non credo sia la stessa cosa ma è sempre un percorso che porta alla felicità.

    RispondiElimina