lunedì 2 aprile 2012

La volpe e l'uva


C'era una volta una volpe molto furba.
Al suo apparire tutti gli animali del bosco fuggivano,
sapendo quanto fosse crudele e insaziabile,
tanto che alla fine si ritrovò senza più niente da mangiare.
Affamata, la volpe giunse in un vigneto.
Passò di fianco a dei tralci di vite da cui pendevano
grossi grappoli d'uva matura,
che parevano dolci e succosi.
"Uva? Con la fame che ho, meglio che niente..."
si disse la volpe.
Così si alzò sulle zampe posteriori e saltò
con agilità per afferrare un po' d'uva,
ma non riuscì a raggiungerla.
Allora si allontanò per prendere la rincorsa e provò ancora,
con tutte le sue forze.
Riprovò più e più volte, con ostinazione ma senza alcun successo:
i grappoli d'uva sembravano sempre più lontani.
"Cra! Cra! Cra!" rideva dall'alto di un ramo una cornacchia,
prendendosi gioco di lei.
" Quest'uva è troppo acerba!
Poco importa se non riesco ad afferrarla...
ritornerò quando sarà matura!"
Concluse ad alta voce la volpe,
gonfiando il petto per darsi un contegno,
nonostante la delusione patita e la pancia vuota. 

Se già conoscevate questa antica fiaba di Esopo allora vi ricorderete anche della morale:

è facile disprezzare quello che non si può ottenere.

Da questa favola da cui nasce anche il proverbio: fare come la volpe con l’uva, è bene tener presente come spesso chi, sconfitto in una gara, si comporta come se poco gli importasse, come se non avesse mai desiderato la vittoria.

È giusto che la sconfitta ci faccia così male da doverci comportare come degli ipocriti, disprezzando magari ciò che avremmo potuto ottenere?

Non credo sia un buon insegnamento e nemmeno una buona norma di comportamento.

Siamo sempre in gara, e non mi riferisco ai premi letterari a cui partecipiamo, ma alle basilari regole della vita quotidiana. Siamo in competizione sempre. 
Sarebbe così dignitoso da parte nostra poter accettare la sconfitta!
Forse è questo che fa grande un uomo.


A voi la parola, calzini…


31 commenti:

  1. il chievo ha giocato meglio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Hombre: credevo fossi della fiorentina!

      Elimina
  2. Risposte
    1. @Ferruccio: già, ma si può sempre provare.

      Elimina
  3. A Napoli diciamo spesso: "Chi disprezza vuol comprare", credo che sia molto indicativo di come la penso al proposito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Nick: non sapevo di questo detto. è in linea con la fiaba.

      Elimina
  4. Credo di essere un po' una volpe, che peraltro è un bellissimo animale ingiustamente maltrattato dal popolo anglosassone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Salomon Xeno: ora so come fare se volessi farmi una pelliccia. Peccato che sono contro!!! Ti è andata bene.

      Elimina
  5. Ecco il famoso e atteso post!
    Beh, la volpe non fa una grande figura... a volte è meglio ammettere i propri errori e chiedere una mano. Non dico che sia semplice. Io, quando mi rendo conto di un mio errore, in genere tendo a esagerare con i sensi di colpa (sono molto severa con me stessa!). A volte provo a fare come la volpe, ma non tarda mai troppo la confessione! Quando sono gli altri a sbagliare, cerco di non fare la cornacchia acida: faccio notare l'errore perché credo che solo così si possa migliorare, ma magari qualche acino di speranza lo faccio comunque cadere, per non umiliare ma aiutare a superare l'impasse.
    Questa favola ha sempre molto da insegnare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Romina: è vero le favole hanno sempre molto da insegnare. Tu sei d'animo buon: non ti paragonerei mai ad una volpe nemmeno se mi passassi davanti con una folta coda pelosa spuntare dai pantaloni.

      Elimina
    2. Troppo buona, Lisa... non ho parole!

      Elimina
  6. Cara calzetta-capo
    Il mio caso è da diversi anni allo studio della psichiatria mondiale. Sono terrorizzata da qualsiasi genere di competizione, davanti a qualunque cosa che assomigli anche lontanamente a una gara (o esame) il mio cervello ha quello che io chiamo "l'effetto saracinesca"
    Chiude a tempo indeterminato. Silvana

    RispondiElimina
  7. @Silvana: ciao calzettina onoraria. Che piacere la tua visita! Beh, spero che non subirai l'effetto saracinesca con l'iniziativa di Romina sul racconto delle dieci parole!? In fondo non è una gara!!! E poi hai già dato la tua zampa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di dimenticare almeno per un attimo che E' una gara (non barare). Quando ci metto la zampa non mi tiro indietro,tranquilla. SIlvana
      ,

      Elimina
    2. No, non è una gara! Si tratta di un progetto di scrittura collettiva e ormai manca solo l'ultima zappa! Tranquille, farò in modo che le saracinese non si chiudano! Non vedo l'ora di cominciare anche se sono super impegnata in questo periodo! Grazie!

      Elimina
    3. Ciao Romina
      Sara' una dura prova per me, il solo pensiero mi ha gia' fatto salire la pressione (scherzo, era solo per rendere l'idea). Ciao. Silvana
      '

      Elimina
    4. @ROmina,@Silvy: bene ragazze allora: pronte a partire! Romina prenditi tutto il tempo che ti serve, nessun cane rabbioso ci corre dietro.

      Elimina
    5. No, nessun cane... sono gli impegni che mi perseguitano e a quelli non si possono neanche fare le coccole!

      Elimina
    6. @Silvana: Non farmi preoccupare... non vorrei dover chiedere un supporto medico per l'iniziativa! Saremo tra amici, niente pressioni, non preoccuparti!

      Elimina
    7. Tranquilla Romina al limite chiamerò il 118. Silvana

      Elimina
    8. E con queste parole credi di tranquillizzarmi? Dai, non preoccuparti... ti assicuro che non sarà una gara!

      Elimina
  8. Sagge parole! ma ora voglio capire il progetto delle dieci parole di Romina....

    RispondiElimina
  9. @ApeRegina: Romina sta organizzando una sorta di giochino letterario con il quale, tramite dieci parole che andremo a decidere, dieci autori dovranno scrivere un racconto contenente quelle parole.
    Dài partecipa anche tu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bello vedere che tutti mi fanno un po' di pubblicità! L'ultimo posto è ancora libero e, ovviamente, Ape Regina sei la benvenuta! Qui puoi trovare le informazioni:
      http://tamerici-romina.blogspot.com/2012/02/dieci-parole-progetto-per-scrittori.html

      Grazie a tutte per il sostegno! Presto si parte... spero!

      Elimina
  10. Bhe, io non sono un agonista, anzi! Sul lavoro avrei un programma politico fondato sulla totale dissoluzione della concorrenza fra lavoratori, in generale sono per la contribuzione generale.
    Però... delle volte, tipo nella garette che hai nominato, un po' ci rimango male, anche perché se sono amatoriali non capisco le modalità di giudizio. Però di solito vado via con la coda tra le gambe, senza mugugnare come la volpe.

    RispondiElimina
  11. @Occhio sulle espressione. Beh Luigi, il tuo è sicuramente un comportamento da volpe assertiva, andarsene con la coda tra le gambe, esempio che dovrebbero seguire tutti anziché protestare.

    RispondiElimina
  12. :D Io l'uva l'ho raccolta e mangiata! Il tuo blog è bellissimo!

    RispondiElimina
  13. @Volpina: grazie ciao e benvenuta al rifugio.

    RispondiElimina
  14. Wow, amazing blog structure! How lengthy have you
    been blogging for? you make blogging look easy. The overall look of your web site is excellent, let
    alone the content!

    Have a look at my webpage - click here

    RispondiElimina
  15. what the best thing to do for tennis elbow

    my website; what should i do for my tennis elbow

    RispondiElimina
  16. Moore rosacea laser treatment

    My web-site; rosacea specialist Blooming Glen

    RispondiElimina